Noi stiamo dalla parte di PornHub. E si, siamo piacevolmente colpiti dalla loro campagna pubblicitaria.

No. Non è che improvvisamente in redazione passiamo il tempo su siti che raccontano di menage a tre improvvisati (anche se ultimamente vediamo esempi di questo tipo e soprassediamo su facili battute sul merito della pornografia di certa politica) o altro ancora più spinto.

Però ci siamo resi conto che i titoli a sorpresa pagano. Che per attirare l’attenzione spesso bisogna dare scandalo. E PornHub di scandali ne ha creati parecchi. E ne farà anche questa volta.

E quindi oggi vi proponiamo il video incensurato della loro promozione. Siamo certi che lo guarderete in tanti. E approverete.