Genova: quando la città è nel cuore di una compagnia di navigazione

Quanto si è parlato di Costa quando il malaccorto Schettino ha combinato quel grosso guaio? Tanto. E’ però giusto parlarne anche, al di fuori di rotte e crociere, quando la “Fondazione” fa qualcosa per la città natale, un grande gesto di umanità a favore di tutta la cittadinanza, con la collaborazione della municipalità di Genova.

L’interno della struttura

E’ stato restituito alla comunità della Valpolcevera il nuovo spazio di aggregazione situato nel centro di Certosa e aperto a tutti gli abitanti, nell’ambito del progetto “Insieme per Genova”, nato a favore della città dopo il crollo del ponte Morandi, L’intervento ha beneficiato di un investimento di 550 mila euro da parte di Costa Crociere Foundation, reso possibile anche grazie agli oltre 300 mila euro raccolti nella campagna promossa da Costa per la città. 
E’ stata inaugurata, infatti oggi, la nuova Casa di Quartiere 13D Certosa, progetto nato dall’impegno sinergico del Comune di Genova e Costa Crociere Foundation a favore di una delle aree della città più colpite dal crollo del Ponte Morandi.
La Casa di Quartiere 13D Certosa è uno spazio pensato e progettato per integrarsi con il resto del quartiere, attraverso un innovativo percorso partecipativo promosso da Costa Crociere Foundation e reso possibile dal coordinamento del Municipio V, i soggetti istituzionali e le principali associazioni che operano nel quartiere hanno condiviso visione, finalità e attività a cui destinare questo nuovo spazio. 

Marco Bucci, primo cittadino di Genova

L’edificio ospita funzioni di supporto e assistenza al territorio, con l’obiettivo di fornire uno spazio aggregativo sia per le associazioni che per i singoli cittadini e gruppi che intendono promuovere nuove iniziative, rappresentando un luogo di accoglienza per tutti, con particolare attenzione ai giovani, con la possibilità di organizzare attività di dopo scuola e orientate alla socialità, alle famiglie e agli anziani. È previsto inoltre uno spazio di co-working destinato a giovani imprenditori e start-up.

«Questi spazi sono destinati a diventare un cuore pulsante per tutto il quartiere – ha dichiarato Marco Bucci, Sindaco di Genova – Le attività che troveranno casa qui, come il Maggiordomo di quartiere o gli sportelli di ascolto e consulenza, sono stati scelti attraverso un percorso di confronto con le associazioni del territorio. Sarà un luogo vivo, che risponde a esigenze reali e a servizio dei cittadini della zona. Grazie a Costa Crociere Foundation e Compagnia di San Paolo che, ancora una volta, sono stati interlocutori importanti del Comune di Genova per sviluppare un progetto che diventerà fondamentale per Certosa e non solo».

La Casa di Quartiere 13D Certosa

Costa Crociere Foundation, con questo contributo, conferma la sua vicinanza alle istanze del territorio dimostrata in questi anni durante i quali si è presa cura delle esigenze sociali della Liguria. Lo ha fatto lavorando a stretto contatto con i centri antiviolenza, per i quali ha sostenuto case rifugio e digitalizzazione durante il primo lockdown, e impegnandosi per il sostegno ai progetti di molte associazioni, ponendo le basi alla necessaria rivitalizzazione del quartiere, tassello importantissimo della “ricostruzione”.

E’ un progetto che rafforza ulteriormente il legame che unisce Costa Crociere alla città di Genova da oltre 70 anni e, nonostante la difficile situazione che il settore crocieristico e la Compagnia stanno attraversando in questo periodo, la Fondazione, secondo le parole di Beniamino Maltese, Executive Vice President e CFO del Gruppo Costa Crociere e membro del CDA di Costa Crociere Foundation  non intende venire meno al nostro ruolo di buon cittadino, aiutando e supportando la comunità.

Il centro, della superficie di 530m2, si trova al primo piano di un edificio di proprietà del Comune, situato in Via Certosa 13-D (da cui prende il nome), a pochi passi dalla stazione della metropolitana di Brin. Il progetto di riqualificazione, curato dall’Architetto Antonella Pugno, è stato sostenuto da un investimento di più di 550 mila euro da parte di Costa Crociere Foundation, grazie anche alla raccolta fondi “Insieme per Genova”, che ha coinvolto tutti i principali stakeholders di Costa Crociere: gli ospiti a bordo delle navi, le agenzie di viaggio, i fornitori e i dipendenti. Anche la Compagnia ha contribuito direttamente alla raccolta donando 1 euro per tutte le prenotazioni effettuate da agosto a novembre 2018 e per tutti i piatti di trofie al pesto servite a bordo nello stesso periodo.

Un bel modo di dimostrare gratitudine alla città natale.