Spread the love

Il coraggio di UNAHOTELS che si affida alla sponsorizzazione della Pallacanestro Reggiana per veicolare il proprio marchio

Il coraggio di agire.
In tempi di crisi si deve investire per “dare una pista” a chi non lo fa. E’ una legge mal digerita da molti ma che, solo chi sa osare, onora. Lo ha ben capito Fabrizio Gaggio, direttore generale del gruppo UNA, che ha annunciato la sponsorizzazione, per un biennio, della prestigiosa franchigia di basket Pallacanestro Reggiana.

«UNAHOTELS è una catena italiana nata nel 2017 dalla fusione fra ATA e UNA. Proponiamo 36 strutture di tre livelli e brand differenti in 9 regioni italiane con 4mila 700 camere – spiega Gaggio – Questo momento inaspettato e di difficile interpretazione necessitava che la nostra brand recognition fosse forte, perché vogliamo affermarci come “LA” catena italiana.
Per fare bene le cose devi investire ed è quello che stiamo facendo».

Alessandro Della Salda e Fabrizio Gaggio con la nuova maglia UNAHOTELS Reggio Emilia

Così UNAHOTELS campeggerà come main sponsor sulle divise biancorosse sia in occasione delle partite del campionato di Serie A Legabasket, che nel corso della competizione europea Fiba Europe Cup e succede ad uno sponsor che è stato a fianco del quintetto reggiano per sette stagioni.
«Oggi inizia un nuovo percorso assieme ad un’eccellenza del settore alberghiero italiano – rincara Alessandro Dalla Salda, ad del sodalizio biancorosso, che da giugno ha cambiato compagine sociale – Il gruppo UNA ha creduto nella vision del nostro club e nella nuova governance della Pallacanestro Reggiana. Una volta incontrati non abbiamo avuto difficoltà ad accordarci su base biennale, con diritto di uscita a favore dello sponsor al termine della stagione sportiva 2020-2021».

Al di là delle cifre, che qualche giornalista ben informato paragonava alle annate precedenti, quantificando in una somma fra i 500 e i 700 mila euro a stagione l’abbinamento, siamo certi che il covid abbia ridimensionato molte cose, è importante il segnale che l’accordo Gaggio-Della Salda (UNA/Reggiana) manda.

«Vorremmo veicolare il nostro marchio attraverso lo sport, divenire punti di riferimento non solo per i 3mila abbonati del sodalizio – prosegue Gaggio – ma per tutto il movimento della pallacanestro italiana e lo faremo con promozioni dedicate e tanto altro, come per esempio rimarcare che siamo ben inseriti (geograficamente) nella mappa del basket italiano con 5 strutture in Emilia e diverse in Lombardia, per fare un esempio».

Un gesto coraggioso, in un momento in cui il turismo è uno dei malati di covid più gravi, per l’assenza di stranieri e la limitata disponibilità degli italiani a spostarsi. E tanti alberghi sono ancora chiusi, soprattutto quelli delle città d’arte e fiere.

Una fase di gioco dello scorso campionato

«Abbiamo condiviso gli obiettivi e apprezzato la disponibilità – ha aggiunto Della Salda – e porteremo questo marchio nella massima divisione con un occhio all’Europa con la Fiba Europe cup che ci garantisce 3 gare in un girone da sei, al minimo, salvo poi andare avanti».

Intanto il sodalizio reggiano si muove per poter giocare delle gare di campionato nel grande impianto bolognese dell’Unipol Arena, a Casalecchio di Reno (Bologna), cosa non ancora confermata, ma auspicabile, vista la possibilità del distanziamento sociale che ridurrebbe di molto la capienza dell’impianto di Reggio, pi piccolo di quello bolognese.

Insomma una operazione coraggiosa, che dà sempre e comunque un segnale di speranza anche attraverso lo sport della palla al cesto!