MICE: BRUXELLES ISTITUISCE UN FONDO PER IL SETTORE

Una città fulcro d’Europa non poteva restare ferma ad attendere gli eventi. Così Visitbrussels ha stanziato 2 milioni di fondo straordinario per rilanciare il MICE.

E’ di 2 milioni di euro il fondo che Visit Brussels ha messo sul tappeto per rilanciare il segmento MICE, incentivando gli operatori ad organizzare i propri eventi nella capitale belga.
Questa è la risposta del visitors bureau alla crisi che ha comportato, da marzo a oggi, la cancellazione o, nella migliore delle ipotesi, il rinvio di migliaia di eventi.
L’iniziativa è rivolta ad associazioni e federazioni nazionali e internazionali, ONG, fondazioni di interesse pubblico, agenzie di eventi e società private, che potranno, entro settembre 2020, sottoporre il proprio progetto, indipendentemente dalla data di svolgimento dell’evento. Il contributo massimo previsto per ogni iniziativa presentata è di 50mila euro, purché coinvolga almeno 200 partecipanti e preveda almeno un pernottamento a Bruxelles.

Bruxelles, La Lanterna


Esistono, a latere di questa iniziativa, una serie di investimenti finalizzati a ristrutturare storiche location della città, dotandole della miglior tecnologia e di tutti gli accorgimenti necessari per ottemperare ai protocolli covid-19 pubblicati nel corso delle ultime settimane. SI sa che fra congressi, fiere e convention, Bruxelles sia la sede per eccellenza per quanto riguarda l’organizzazione di eventi, con oltre 350 location adatte ad ospitare ogni tipo di meeting: 10, 100, 1000, 10.000 ospiti, supportate da oltre 20mila camere suddivise in più di 200 hotel. Non bastasse, vi sono numerosi punti di forza, che ne fanno la destinazione leader in Europa in questo segmento: la posizione strategica, il multilinguismo e, soprattutto, la presenza delle istituzioni dell’Unione Europea e della Nato, cui si affiancano almeno 2mila associazioni internazionali, 15mila lobbisti e 1.000 corrispondenti di testate giornalistiche internazionali.

Ursula Jone Gandini, direttore Italia dell’ufficio del turismo di Bruxelles

«Per il settimo anno consecutivo, Bruxelles ha raggiunto il primo posto in Europa e il secondo al mondo per quanto riguarda l’organizzazione di congressi ed eventi internazionali – ha dichiarato Ursula Jone Gandini, direttore Italia dell’ufficio del turismo di Bruxelles – sulla base del rapporto annuale pubblicato dall’Union of International Association (UIA), con un aumento nel 2019 del 30% rispetto all’anno precedente. Il turismo d’affari rappresenta il 52% dei soggiorni a Bruxelles: è chiaro dunque come l’industria MICE sia cruciale per l’economia della Capitale delle Capitali europee. Con il piano di rilancio realizzato da Visit Brussels e la creazione di questo fondo di sostegno, stiamo facendo tutto il possibile per potenziare il mondo MICE e sostenere i suoi attori».

Per ulteriori informazioni sui criteri di ammissibilità e la procedura da seguire, cliccare sul seguente link: https://visit.brussels/en/article/support-fund-for-congresses-meetings-and-b2bevents-riferimento-8.1