Principato di MOnaco

PRINCIPATO DI MONACO 2021: AL VIA #REEVENT LA NUOVA CAMPAGNA DEL PER IL MICE

Il Principato di Monaco è alle prese, come tutte le realtà che offrono venue per il segmento mice, con il tentativo di ripartire, presto, in sicurezza e in grande stile, poiché è una sede naturale per il mice, un luogo celebrato che però, come tutti, ha subito i “democratici” effetti nefasti della pandemia…

Nel Principato di Monaco prosegue l’impegno mirato a risollevare uno dei settori strategici e funzionali alla sua attività economica: il comparto dedicato al mice, ovvero il business del turismo d’affari legato a meeting, incentive, conference ed exhibition, grazie alla campagna di sensibilizzazione #REEVENT.

Se la crisi sanitaria ha infatti duramente colpito il turismo nel segmento leisure, gli eventi legati a quello mice attraverso incontri tra professionisti provenienti da ogni parte del mondo hanno subito una forte battuta d’arresto.

Coloro che si occupano della “meeting industry”, con la speranza che il 2021 sia l’anno della ripresa, sono tuttavia consapevoli della necessità di ripensare il modello di business, ridisegnando ed implementando un efficace maniera di incontrarsi, che vada ad offrire nel contempo garanzie di sicurezza ed efficacia operativa.

Principato di Monaco
Guy Antognelli (© Photo Iulian Giurca)


Il Principato di Monaco è da sempre location d’eccezione per eventi di ogni genere; il jet set internazionale e le aziende trovano una destinazione flessibile e capace di integrare le esigenze rendendo ogni occasione un evento “mondano”. Qui si corre il Gran Premio di Formula Uno più famoso al mondo, qui gli hotel e i centri congressi vantano storie e racconti che chi organizza eventi non può non considerare quando pensa di organizzare qualcosa di speciale.

È per questo motivo che i professionisti del settore insieme all’Ufficio del Turismo e dei Congressi si sono messi al lavoro per rendere possibile il cambiamento, contando su una buona dose di inventiva legata all’innovazione, su un cospicuo capitale intellettuale, il tutto condito da flessibilità, ottimizzazione dei trasporti e degli spazi, con un approccio green il più possibile rispettoso dell’ambiente.

«In questo contesto, Monaco ha tutti i vantaggi per affermarsi come pioniere di questo cambiamento grazie alla sua esperienza indiscussa e la riconosciuta eccellenza nell’organizzazione di eventi e il suo approccio personalizzato. Tutto questo senza dimenticare l’impegno storico per la salvaguardia dell’ambiente e la continua ricerca di un’innovazione sostenibile»

Con queste parole Guy Antognelli, direttore del Monaco Gouvernement Tourist Authority ha sancito il desiderio e la possibilità di ripresa con l’obiettivo di gettare le basi per il futuro del settore.

Il Monaco Convention Bureau da sempre sostiene chi elegge il Principato come location per un evento mice.

Monaco

Oggi a maggior sostegno lancia la campagna #REEVENT, ovvero: «Vorremmo che questa campagna – prosegue Antognelli – molto più di un invito a reinventare il settore congressuale, ma l’appello di Monaco rivolto ai professionisti del settore per tornare a organizzare eventi nel Principato».

La campagna rivolta ai professionisti comprende ad oggi 1 suggestivo video che vuole sottolineare l’impegno volto al costante rinnovamento di questo settore, mirato a disegnare un nuovo cammino, adeguandosi alla nuova realtà aggregativa imposta dalla pandemia globale, sposando la necessità di reinventarsi, ripensare e riadattarsi alla nuova realtà, dopo le sfide dell’anno appena concluso, che di certo hanno creato un bagaglio di conoscenza per poter pensare la ripartenza.

Inoltre sei slogan visivi evidenziano i valori alla base dell’ospitalità monegasca: alti standard di sicurezza, servizio d’eccellenza e rigorosamente tailor-made, comprovata esperienza nell’ospitare eventi business, una profonda connessione tra tutte le realtà locali della Meeting Industry, e l’impegno per la salvaguardia ambientale.
Il 2021 quindi vedrà il lancio di #REEVENT contemporaneamente in Europa e negli Stati Uniti.

Il tutto mentre in Italia, stante l’imminente cambio di governo e ministri, la situazione resta appesa a un filo…